urbanplanners.it

Strumenti per la pianificazione territoriale urbanistica ed ambientale

facebook
twitter
up

urbanplanners.it

Strumenti per la pianificazione territoriale urbanistica ed ambientale

La sezione NOTIZIE del sito contiene i principali aggiornamenti che riguardano la professione del pianificatore territoriale e offre strumenti utili a tutti coloro che si occupano di pianificazione territoriale e urbanistica. I contenuti della sezione spaziano dall'urbanistica alle smart cities, dal paesaggio al recupero di aree dismesse, dai GIS alle leggi urbanistiche, dagli eventi principali alle opportunità di lavoro, e molto altro. La sezione è composta da tutti gli altri contenuti pubblicati nelle diverse sezioni del sito.


Iscriviti alla newsletter
20/04/2016, 17:40

urbanistica, spazi pubblici



Global-Public-Space-Toolkit:-From-Global-Principles-to-Local-Policies-and-Practice


 Pubblicazione dell’Agenzia UN-Habitat sugli spazi pubblici



Il Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (United Nations Human Settlements Programme) è un’agenzia delle Nazioni Unite il cui compito è favorire un’urbanizzazione socialmente ed ambientalmente sostenibile e garantire a tutti il diritto ad avere una casa dignitosa. 

Tra le attività svolte dall’Agenzia segnaliamo la pubblicazione di diversi volumi sui temi della pianificazione urbana e territoriale e dei dei trasporti come ad esempio "Global Public Space Toolkit: From Global Principles to Local Policies and Practice" sul tema degli spazi pubblici, di cui riportiamo un estratto:



Qualità della vita urbana attraverso gli spazi pubblici 
La qualità della vita urbana è essenziale per il miglioramento delle città. Le città che migliorano la qualità della vita dei loro cittadini sperimentano maggiori livelli di prosperità; esse sono anche suscettibili a ritrovarsi in una migliore condizione in termini di sostenibilità. Tali città si sforzano nel raggiungere alti  livelli di equità sociale, aumentando l’accesso ai beni comuni e ai beni pubblici, scoraggiando l’appropriazione privata in modo da migliorare la qualità della vita per tutti. Le città che hanno un forte concetto di ’pubblico’ dimostrano impegno per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini, fornendo adeguati spazi per le strade, aree verdi, parchi, strutture ricreative e altri spazi pubblici.nnGli spazi pubblici sono un ingrediente vitale delle città di successo. Aiutano a costruire un senso di comunità, identità e cultura civica. Gli spazi pubblici facilitano il capitale sociale, lo sviluppo economico e la rivitalizzazione della comunità. Avere accesso agli spazi pubblici non solo migliora la qualità della vita, ma è anche un primo passo verso l’emancipazione civile e un maggiore accesso agli spazi istituzionali e politici. La vivacità e l’uso continuo dello spazio come un bene pubblico porta ad ambienti urbani ben curati, sani e sicuri, rendendo la città luoghi attraenti in cui poter vivere e lavorare. 

Utilizzare l’Urbanistica e la progettazione per fornire spazi pubblici alle città
Le città possono e devono riaffermare il controllo sulle loro sorti con il rafforzamento della pianificazione urbana e della progettazione per il benessere condiviso e per uno sviluppo armonioso. La pianificazione urbana non si tratta solo di immagini e proposte, ma è un modo per fare la differenza; è uno strumento che trasforma un visione in realtà utilizzando lo spazio come risorsa fondamentale sia per lo sviluppo sia per il coinvolgimento dei cittadini. UN-Habitat promuove il rafforzamento del concetto di pianificazione urbana che coinvolge l’uso sostenibile e l’accesso equo ai ’beni comuni’ attraverso politiche e legislazione appropriate. UN-Habitat aiuta i paesi a sviluppare metodologie urbane e sistemi di indirizzo per la pianificazione per rispondere alle sfide delle città quali la crescita della popolazione, l’espansione urbana, la povertà, la disuguaglianza, l’inquinamento, la congestione, così come la biodiversità urbana, la mobilità e l’energia.nnGli spazi pubblici, come le strade, sono, e devono essere visti come, spazi polifunzionali per l’interazione sociale,  lo scambio economico e culturale tra un’ampia varietà di persone. Ciò significa che la pianificazione urbana deve stabilire e organizzare questi spazi pubblici, e la progettazione urbana deve facilitare e incoraggiare il loro uso, aumentando il senso di identità e di appartenenza. 

I cinque principi della sostenibilità dei quartieri urbani: 

1. uno spazio adeguato per le strade e una rete stradale efficiente. La rete stradale dovrebbe occupare almeno il 30 per cento del suolo e almeno 18 km di lunghezza delle strade per km quadrato. 

2. Alta densità. Ci dovrebbe essere almeno 15.000 persone per km quadrato, cioè 150 persone per ettaro. 

3. Uso del suolo misto. Almeno il 40 per cento dello spazio dovrebbe essere assegnato per usi economici in ogni quartiere. 

4. Mix sociale. La disponibilità di case diversificate per prezzo e proprietà in ogni zona devono ospitare redditi diversi; dal 20 al 50 per cento dello spazio dell’area residenziale dovrebbe essere destinata ad alloggi a basso costo e ogni tipo di proprietà non dovrebbe essere più del 50 per cento del totale. 

5. limitare la specializzazione dell’uso del suolo. Occorre limitare blocchi con funzione singola o quartieri; i blocchi con funzione singola dovrebbero coprire meno del 10 per cento di ogni quartiere. 

I cinque principi promossi da UN-Habitat per promuovere lo sviluppo urbano sostenibile sono supportati da tre caratteristiche fondamentali: una vivace vita di strada, pedonalizzazione di aree urbane e convenienza delle attività economiche.

Una vivace vita di strada: sostenere e promuovere la vita di strada, consentendo varie attività, migliorare le facciate degli edifici e utilizzare un’adeguata larghezza della strada, ridurre la presenza e il ruolo dei mezzi privati di trasporto. I cinque principi incoraggiano un’alta densità e l’uso del suolo misto per aumentare la vita di strada. Una alta densità di popolazione genera una sufficiente domanda di servizi produttivi e commerciali mentre l’uso misto del territorio fornisce adeguati spazi di produzione e di servizio. Le città che soddisfano i cinque principi sono in grado di raccordare la domanda con l’offerta e quindi stimolare una vita di strada prospera che soddisfa i bisogni materiali e spirituali delle persone, creando una vita sicura e vivace, una caratteristica fondamentale delle città sostenibili. 

Pedonalizzazione: promuovere la pedonalizzazione come misura per portare le persone nello spazio pubblico, ridurre la congestione e aumentare l’economia locale e gli scambi economici. Una vivace vita di strada incoraggia le persone ad andare in giro a piedi o in bicicletta, mentre una razionale rete stradale consente l’accessibilità dei servizi necessari a piedi o in bicicletta. Alta densità, terreni ad uso misto e mix sociale rendono migliore la vicinanza ai luoghi di lavoro, alle residenze ed ai servizi. Inoltre aiuta a ridurre la dipendenza dell’automobile e quindi diminuisce la congestione, l’inquinamento atmosferico e i problemi legati all’esaurimento delle risorse. I pedoni aggiungono una quantità incredibile di vivacità alla vita della città. 

Convenienza: supportare la convenienza delle operazioni e delle attività economiche, come servizi e alloggi, promuovendo la vicinanza riduce i costi per diversi tipi di utenti. La prossimità, determinata applicando i cinque principi, aiuta a ridurre gli sprechi di tempo e risorse, abbassando il costo dei servizi. Inoltre, il mix sociale aiuta a promuovere una distribuzione razionale delle risorse urbane pubbliche e fornisce alloggi adeguati per cittadini con diverse fasce di reddito attraverso le norme di pianificazione delle città,  garantendo l’equità sociale e promuovendo l’efficienza economica. 

Maggiori informazioni e per scaricare la pubblicazione link


1
Categorie
Parole chiave

urbanplanners.it

Strumenti per la pianificazione territoriale urbanistica ed ambientale


Create a website